APERTE LE ISCRIZIONI

PER L'ANNO

2022-2023

APERTE LE ISCRIZIONI

PER L'ANNO

2022-2023

La Scuola

Chi Siamo

La Casetta Fatata è un nido autorizzato per bambini dai 0 a 5 Anni di età. Nasce nel 2016. Fin dai suoi primi anni di attività ha rappresentato un valido punto di riferimento per le famiglie.

Uno degli scopi principali della scuola è di sviluppare nei bambini quell’amore e quella gioia di apprendere che dureranno tutta la vita, fornendo stimoli di sviluppo adeguati alle loro modalità di apprendimento, fornendogli anche tutti quegli strumenti pedagogici che favoriscano uno sviluppo armonico e globale.

La Scuola

Chi Siamo

La Casetta Fatata è un nido autorizzato per bambini dai 0 a 3 Anni di età. 

Nasce nel 2016. Fin dai suoi primi anni di attività ha rappresentato un valido punto di riferimento per le famiglie.

Uno degli scopi principali della scuola è di sviluppare nei bambini quell’amore e quella gioia di apprendere che dureranno tutta la vita, fornendo stimoli di sviluppo adeguati alle loro modalità di apprendimento, fornendogli anche tutti quegli strumenti pedagogici che favoriscano uno sviluppo armonico e globale.

LE CLASSI

La Scuola

NIDO

La sezione dei più piccoli. Tutte le cure e l’accudimento necessario per una fase molto delicata della loro vita.

La Scuola

PRIMAVERA

Un ponte che separa il nido e la scuola d’infanzia. Prepariamo i piccoli ad un’effettiva continuità del percorso formativo.

La Scuola

INFANZIA

La Scuola

PREPARATORIA

In questa fase i bambini vengono preparati con finalità principali quali lo sviluppo dell’autonomia, dell’identità e delle competenze

LE ATTIVITà

Laboratorio Didattico

Tanto divertimento con tanti giochi per la prima infanzia e per bambini un pò più grandi. Cerchiamo di educarli, facendogli condividere passioni ed emozioni.

Laboratorio Sensoriale

Attraverso le mani, i bambini riescono a sentire la superficie dei vari materiali e a descrivere verbalmente tutte le sensazioni tattili e visive trasmesse: il colore, la forma, la qualità della superficie

Attività
Motoria

Dalla semplice passeggiata, fino alla ginnastica per tenerci in forma, ed affrontare ogni nuovo giorno con lo spirito giusto, ed il sorriso sulle labbra.

Lettere e
Giochi

Attraverso lavori di gruppo, i bambini collaborano attivamente su due “mosaici”. Questa tecnica sviluppa la motricità, l’associazione di colori e immagini ed infine i concetti visuospaziali.

Serve Aiuto?

Whatsapp

371 455 9363

Telefono

081 182 87 077

E-Mail

lacasettafatata@gmail.com

Seguici su Instagram

Questa è stata la nostra giornata della pace...❣️

Ha partecipato ogni sezione..
Dal blu del nido...
Al giallo della primavera....
Passando per il verde dell'infanzia e infine il rosso della preparatoria....

☮️La pace è di tutti...
La pace DEVE essere di tutti....

Che ognuno faccia la sua parte!!
Che ognuno di noi partecipi alla realizzazione della pace!

❤️Partendo dalle nostre case...

Dalle piccole cose: come il buongiorno al mattino, essere gentili, meno arrabbiati, più comprensivi...

La pace è una faccenda di tutti..ognuno faccia la sua parte e porti pace nei piccoli e grandi momenti della vita....

Ognuno faccia la sua parte....ognuno lasci la sua impronta di pace ovunque vada ❤️
...

Che sia gioia....
Che sia amore....
Che sia la pace ....❣️
...

Tema: "Una pazza giornata di pioggia"

Svolgimento:
Il giardino è fuori uso, la poggia non ci lascia giocare fuori e allora su i banchi e alta la musica.

Regia di Gabry 😂
...

Quando un bambino nasce, piange.
Ci sta dicendo “Ciao, ci sono anch’io”. Da
quel giorno li, il pianto ci accompagnerà
come un ritornello nello scorrere delle
settimane, dei mesi, degli anni.
Si, perché i bambini con il pianto parlano: per loro è uno strumento di comunicazione non verbale potente, uno strumento per dirci ho fame, ho sonno, ho voglia di coccole, mi sto annoiando, sono arrabbiato e tanti tantissimi altri BISOGNI. Ma anche quando sanno parlare i bambini piangono?
Certo,perché saper parlare non coincide con il saper verbalizzare le proprie emozioni. E noi adulti davanti al pianto del bambino come ci sentiamo?
A disagio, impotenti, frastornati,
diciamoci anche la verità, magari siamo
indaffarati con la vita quotidiana e allora
cosa fare?
1. ASCOLTARE (non sentire) il pianto
perché solo così possiamo capire il
bisogno sottostante e possiamo
rispondere adeguatamente
2. ESSERCI. Sì il mondo in questo
momento può fermarsi, e noi possiamo
essere presenza vera per il bambino
dimostrando che abbiamo ACCOLTO il
suo bisogno, che siamo li per lui, che non
è solo e che siamo pronti a sostenerlo.
3. ABBRACCIARE che non significa
viziare!! Il contatto fisico non vizia mai, il
contatto fisico contribuisce a costruire
quella che è la base sicura del bambino.
Come? Sulla base di un meccanismo
biologico: il contatto fisico rilascia
ormoni come l’ossitocina che aiuta a
rilassare e distendere.
4. Usa la VOCE, ma non urlare! Un
tono di voce basso e regolare crea
calma e rassicura il bambino. Urlare non
è comunicare, mette in circolo ansia e
frustrazione generando insicurezza.
Tempo per fare tutto ciò’? MINUTI.

È facile? No, non sempre abbiamo
questa lucidità perché siamo fatti di
carne anche noi, però perché non
provarci?
...

I primi giorni sono indubbiamente giorni intensi, sia per i bimbi che per le famiglie..

Immaginate l' emozione di vederli crescere e "la paura" di lasciarli andare tra le braccia di persone diverse da noi...

Poi immaginate la bellezza di sapere che costruiranno esperienze tutte loro, lontani da noi...
Momenti che li renderanno individui indipendenti, liberi,capaci di misurarsi con il mondo.

Mettete AL mondo un figlio significa donarlo al mondo, dargli la vita affinché lui la viva, la viva pienamente.

Noi poi ci limiteremo a guardarli mentre dormono, immaginando quante avventure sognano e quante ancora ne vivranno...

Dolce A.V. ❤️
...

La routine rende felici... forse perché...
Spesso ci troviamo a chiarire ai genitori come sia importante e necessaria una continuità scuola-famigliaOvvero l' importanza di creare una routine simile a quella scolastica anche durante i giorni festivi o durante l' estate.
Scandire la giornata secondo piccole abitudini per aiutare il bambino a sviluppare più sicurezza e meno ansie.. vediamo perché..
L' Importanza della routine per i bambini.
Molto spesso, si sente parlare dell'importanza di creare delle routine per i bambini, ovvero di costruire uno schema della giornata abbastanza fisso, stabile e ripetitivo. Ma quali sono concretamente i principali vantaggi che possono portare una tale strutturazione e i rituali?
La routine è prevedibile e rassicurante.La costruzione della routine permette che il bambino, anche molto piccolo, interiorizzi lo schema della giornata e quindi sappia che cosa aspettarsi nel suo prossimo futuro. In questo senso si riduce moltissimo l'ansia del non sapere che cosa accadrà: la routine è rassicurante, in quanto permette al bambino di sentirsi in un ambiente che gli fornisce delle certezze e delle costanti. Dentro di sè ha chiaro il fatto che i suoi bisogni saranno soddisfatti e inizierà da solo a cercare nell'ambiente dei punti di riferimento spazio-temporali per orientarsi in maniera sempre più precisa e consapevole.La routine infatti rende l'ambiente comprensibile al bambino, che interiorizza ciò che viene prima e ciò che viene dopo, e quindi inizia ad "immaginare" ciò che tra poco accadrà e a riflettere su quello che si è appena verificato. Permette in questo senso che il bambino sia protagonista e non solo un fruitore passivo: è lui stesso che partecipa alla costruzione di quella routine che gli adulti hanno pensato per lui.
La routine permette l'autonomia!
Si potrebbe obiettare che in questo modo il bambino diventa dipendente dalla routine e quindi che essa rappresenti un limite per la sua autonomia. In realtà proprio per le sue caratteristiche di ripetitività, prevedibilità e intellegibilità, essa fa sì che il bambino impari a muoversi in maniera sempre più indipendente. ❤️
...

C’è un momento in cui famiglia e bambino fanno un salto nel vuoto,escono dalle intime e calde mura di casa e si proiettano per la prima volta in un ambiente sociale.

Fa paura, una paura mista ad euforia.

E’ il momento in cui genitore e bambino non sono più un tutt’uno: "Io sono io e te sei te, è il momento in cui bambino mio io ci sarò sempre anche se non mi vedrai". È il momento in cui "mamma scopro cosa c’è
fuori dal tuo caldo abbraccio."

Ve ne siete accorti? Non ho mai parlato solo del bambino, e ne sono cosciente perchè, per quanto questo sia il centro del nostro mondo, appena lì ,vicino al suo cuore, fuori dal suo io, ci sono una mamma ed un papà che non possiamo dimenticare, anzi al contrario, a cui dobbiamo pensare.

Sostengo fortemente quanto il periodo dell'Ambientamento non sia solo un momento delicato per i bambini, ma anche e soprattutto per le loro famiglie.

Ci affidano ciò che hanno di più caro, e non parliamo di semplici frasi fatte, quanto piuttosto, della necessità di PRENDERSI CURA di tutte le persone che ruotano attorno a questa relazione (la nostra) perché la sua riuscita sia significativa.
La relazione infatti non nasce in pochi giorni... nasce da lontano.... da quando le famiglie entrano nella nostra scuola curiosi, emozionati e spaventati; la visitano,raccolgono le prime informazioni, immaginano come potrebbe essere il loro bambino tra le nostre mura e decidono dunque di fidarsi ed affidarci i loro bambini iscrivendoli.
Questo primo pezzo di strada condivisa, naturale o complicata perchè intrisa da paure e giudizi esterni,sarà però il primo mattone su cui poserà l'intera relazione che sta per nascere e dunque, prima ancora di iniziare il nostro percorso , di tutto questo bagaglio di vissuti ed emozioni dei genitori, non possiamo non averne cura, accogliere, ascoltare e supportarli....

Questa è una foto che ho scattato oggi, che racchiude l'essenza del primo distacco...difficile per entrambe...ma accolto, supportato, abbracciato.❤️
...

Cari genitori,
ecco il calendario completo dei giorni di chiusura della scuola 🗓️

💁🏻‍♀️ Ricordiamo gli ingressi per l'inserimento:
• 1 Settembre ci sarà l'ingresso delle sezioni Nido e Preparatoria dalle 9.30 alle 11:00
• 2 Settembre ci sarà l'ingresso delle sezioni Infanzia e Primavera dalle 9.30 alle 11:00
• Da Lunedi 5 Settembre sarà ripristinato il seguente orario 7:30 – 17:30

📲 L'app sarà attiva dal giorno 15 Settembre

Buon anno a tutti e bentornati alla #casettafatata 🎉🎉 🏡

.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
#school #activities #outside #classroom #art #fall #play #children #classmates #friendship #friends #lasalaschool #missyou #autumn #education #love #bilingualeducation #italianschool #italianeducation #nature #montessoriactivity #montessori
#kindergarten #Ilovemyschool #Ilovelasalaschool #casettafatata
...

"Benvenuti al nostro nido."

Un ingresso diverso, un primo giorno "bagnato" che non ci ha permesso di sfruttare il nostro giardino e ci ha stretti nel nostro accogliente nido.

Abbiamo conosciuto i nostri bimbi, qualcuno riservato, altri esploratori, alcuni coccoloni, altri spaesati ...mamme e papà che si guardavano intorno immaginando il giorno in cui in quella classe i propri figli avrebbero vissuto le prime esperienze come individui e non più come "prolungamento" di mamma o papà...

Genitori del nido ci rivediamo lunedì, sempre insieme, sempre con il nostro tempo condiviso, sperando di poter approfittare di spazi aperti e tanto sole 🌞

Ps. Il meglio deve ancora venire...ricordate le parole di questa mattina...ci vuole tempo lento e pazienza ❤️
...

Dove Siamo